ACUA. Associazione Comunicazione Uomo Animale

ACUA
PRESENTA
DOG EYES

Il primo programma sperimentale di educazione cinofila che vuole dimostrare che i cani di qualsiasi razza possono potenzialmente diventare cani guida per i non vedenti.

Aiutaci e farlo succedere

DONA AL PROGETTO play

DA CANE ABBANDONATO
A CANE GUIDA DI UN NON VEDENTE

8 mesi, 10,000 €, un solo gesto di solidarietà che fa diventare i cani abbandonati delle guide per i non vedenti grazie a percorsi di educazione cinofila.

LO SCENARIO

Ogni anno in Italia vengono abbandonati più di 50 mila cani e la maggior parte di loro muore nei canili, perché considerati di seconda scelta. Mentre loro aspettano di avere una seconda chance, altre persone invece sono in una lista d'attesa lunga anni per ricevere un cane guida: sono i non vedenti.

Noi di Acua, che ci occupiamo dell'inserimento dei cani all'interno del sistema famiglia, abbiamo deciso di metterci in gioco e sfidare il pregiudizio che porta a considerare solo i Labrador, i Golden Retriever, i Pastori tedeschi e i cani australiani come idonei a diventare cani guida per i non vedenti. Da qui nasce, Dog Eyes.


DOG EYES

Il primo programma sperimentale di educazione cinofila che vuole dimostrare che i cani di qualsiasi razza possono potenzialmente diventare cani guida per i non vedenti, se il percorso che si segue ha determinate caratteristiche.

1

Il colloquio conoscitivo
con il non vedente

Per poter selezionare il cane più adatto si deve prima conoscere la personalità, le esigenze e il sistema famiglia del non vedente. In questa prima fase, l'educatore cinofilo entra in contatto con gli elementi che lo guideranno nella seconda fase, quando si troverà ad individuare tra i diversi cani quello con l'indole e la motivazione giuste.

2

Il recruiting del cane

Il cane è scelto tenendo presente la personalità del non vedente rispetto all'indole e alla motivazione del cane.

3

Il check-up e inizio del training

La salute del cane è la fase necessaria e preparatoria all'inizio del training insieme al lavoro dell'educatore cinofilo finalizzato a stabilire lo stato di calma del cane.

4

Il percorso di educazione insieme a casa del non vedente

Il cane e il non vedente iniziano un percorso insieme che li porterà giorno dopo giorno a fidarsi sempre di più l'uno dell'altro e a diventare un'unica cosa. È una fase in cui l'educatore cinofilo deve aiutare a costruire una relazione con basi solide tra il cane e il non vedente, nei luoghi in cui poi vivranno.


Un unico gesto di solidarietà che aiuta un cane abbandonato, aiutando un non vedente.

Sfida con noi il pregiudizio, dai una seconda chance a tanti cani abbandonati e non vedenti.

"Aspetto solo di avere
una seconda chance..."

"... e io sono in una lista d'attesa
lunga anni per un cane guida."


AIUTACI A FARLO SUCCEDERE

Ogni donazione aiuta Acua a far diventare questo progetto una realtà per cani abbandonati e per le persone non vedenti.

DONA

CHI TRA DI LORO DIVENTERà UN CANE GUIDA PER UN NON VEDENTE?

UN CANE GUIDA PER UN NON VEDENTE - TYSON

Tyson

UN CANE GUIDA PER UN NON VEDENTE - MARO

Maro

UN CANE GUIDA PER UN NON VEDENTE - PIUMA

Piuma

UN CANE GUIDA PER UN NON VEDENTE - IRON

Iron

UN CANE GUIDA PER UN NON VEDENTE - GASTONE

Gastone